Gezim Haka, l’ennesima morte bianca, l’ennesimo tragico incidente sul lavoro. Aveva solo 48 anni ed era un operaio della ditta Unicka srl di San Giorgio delle Pertiche, nel padovano. E’stato colpito da una scheggia al collo che gli ha reciso l’aorta e per lui non c’è stato più nulla da fare.

Haka, di origine albanese, ma in Italia da molto tempo, risiedeva nello stesso paese dell’azienda per la quale lavorava. E’ stata questione di un attimo: forse una piccola disattenzione o una tragica fatalità all’origine del drammatico incidente. L’uomo stava, infatti, utilizzando una macchina taglia lamiere, come spesso faceva, quando improvvisamente è stato colpito da una scheggia che gli ha trapassato il collo, lasciandolo a terra in una pozza di sangue.

Come riportato da today.it, sono tempestivamente giunti sul posto le forze dell’ordine e i tecnici dello Spisal per ricostruire l’esatta dinamica dei fatti e i sanitari del 118 che non hanno potuto fare altro che constatare il decesso dell’uomo.