La Corea del Nord è ora in grado di colpire gli Stati Uniti continentali: ecco quanto sostenuto dal leader nordcoreano dopo il test di lancio di un missile balistico intercontinentale.

Un’ampia parte degli Usa, tra cui Chicago e Los Angeles è ora nel raggio d’azione degli armamenti nordcoreani, secondo quanto riportato da ansa.it.

“Grande soddisfazione” per Kim Jong-un secondo l’agenzia di stampa centrale coreana (Kcna). Il missile Hwasong-14, lanciato la prima volta il 4 luglio, ha raggiunto un’altezza massima di 3.725 chilometri e ne ha percorsi 998.