Per Alice Grassi, Miss Padania nel 2003, arrestata lo scorso marzo per stalking nei confronti dell’ex fidanzato dopo che, sotto l’effetto di droga e alcol lo aveva aggredito con un cavatappi, è stato disposto il ricovero in un ospedale psichiatrico.

Lei, però, rifiuta categoricamente tale possibilità affermando “non sono pazza”. Il suo avvocato Patrizia Scalvi è pronto a chiedere la revoca della misura di sicurezza disposta dal gip Paolo Mainardi dopo che il consulente della Procura ha stabilito che l’ex miss, 32 anni, «ha una dipendenza da alcol e droga».

L’ex Miss Padania aveva fatto la stessa cosa un anno prima contro un altro ex fidanzato. Per i periti della difesa, però, l’ospedale psichiatrico non è adatto a curare Alice Grassi che, da parte sua afferma: «Sono pronta a fare qualsiasi percorso di disintossicazione, ma non sono psichiatrica e non merito di finire in una struttura così».