Gabriele Grandi, giovanissimo di 23 anni di Mantova, non ce l’ha fatta; stava nuotando nelle acque del Lago di Lagolo, in Trentino, con i suoi ragazzi della colonia estiva, quando è scomparso alla vista di tutti. In pochi secondi il bagnino ha tentato di rintracciarlo e salvarlo, ed è stato dato l’allarme, ma non c’è stato più nulla da fare.

Gabriele si trovava sul Bondone, come riportato da ildolomiti.it, per fare l’animatore della colonia estiva della parrocchia San Bartolomeo apostolo di Mantova. Stavano facendo una gita sul Lago di Lagolo e nel primo pomeriggio si sono tuffati in una ventina tra risa e schiamazzi che, ben presto, da grida di gioia si sono trasformate in grida di dolore.

Probabilmente il ragazzo è stato colto da un malore mentre si trovava nelle gelide acque del lago, forse una congestione, e in pochissimo tempo per lui non ci sono state più speranze.

Sul posto sono giunti i vigili del fuoco di Lasino, quelli di Calavino e di Cavedine. Sono stati allertati anche i subacquei del corpo permanente di Trento arrivati in elicottero e i sanitari del 118. Il corpo del giovane è stato trovato più di un’ora dopo a cinque metri di profondità e a venti dalla piattaforma.