francesco facchinetti

Francesco Facchinetti, in questi anni, ha cambiato notevolmente vita diventando un marito e un padre. Legatissimo alla sua famiglia, Facchinetti ha rilasciato un’intervista ai microfoni Candida Morvillo per il Corriere della sera in cui ha parlato del periodo dell’adolescenza.

“Partivo per Riccione invece di andare a scuola. Facevo spesso a botte, sono stato bocciato in quarta ginnasio. Sono stato un punkabbestia, poi un discotecaro, ma non ho mai combinato guai gravi. Sei canne in tutto, gli acidi e l’eroina non li ho mai presi, mamma lavorava per una comunità e mi portava a recuperare i tossici alla stazione centrale. I miei non mi vietavano niente, ma mi facevano vedere i pericoli”.

Quando è arrivato il successo ha continuato a condurre una vita sregolata: “Andavo a letto alle 10 del mattino e mi svegliavo alle 7 di sera. Mi saltava in mente di andare a New York, partivo per un mese. Ancora oggi, penso: ho voglia di New York, vado…”.

All’improvviso, però, tutto è cambiato con l’arrivo dei figli: “Poi mi ricordo che ho quattro figli, mi metto a ragionare su come portarli con me. Sono diventato grande quando mi hanno dato Mia in braccio. Grazie a loro oggi sveglia alle sei e mangio sempre le stesse cose: riso, pollo, bresaola”.

Infine, ha svelato di avere un sogno, l’America: “Vorrei viverci, cerco sempre il modo per trasferirmi. Ho anche girato la zero di un format chiamato ‘I Facchinetti’s’. L’idea è di un produttore americano, gli piace che abbia tanti figli, che venga da una famiglia di cinque fratelli di tre mamme diverse, che ho un papà e una ex famosi e che siamo un circo. La mia stessa casa è un circo”.