Beppe Marotta

Beppe Marotta, direttore generale della Juventus non si nasconde e svela ai giornalisti quale sarà il prossimo colpo per rinforzare l’attacco bianconero dopo la vicenda Schick che ha deluso tifosi e addetti ai lavori: “Abbiamo parlato con Lotito per Keita. Abbiamo fatto la nostra proposta, ora starà a lui valutarla”. Su Matuidi: “E’ un’ipotesi. Stiamo valutando alcune situazioni, non nascondiamo che cerchiamo un centrocampista d’esperienza”, ha detto a Premium Sport. Poi su Schick: “Mi spiace sia andata così”.

In occasione della presentazione dei calendari di Serie A, Marotta è tornato anche sull’addio di Bonucci: “Abbiamo assecondato una sua libera scelta, di trasferirsi al Milan, è stata una cosa abbastanza veloce anche se c’era il sentore. Non è stata una questione di episodi, ma di motivazioni venute meno, di scelte professionali che vanno rispettate. E’ andato via un campione, ma sono rimasti tanti campioni. sono fiducioso, abbiamo un gruppo di difensori forti e giocatori che cresceranno”.

E sulla questione Bernardeschi-maglia numero 10: “È un talento, deve diventare campione con personalità e autorevolezza in un gruppo che esige queste cose. La 10 è una maglia pesante nella storia della Juventus e del calcio in generale. Lo valuteremo in questi giorni. È anche una forma di protezione per non esporlo a troppe responsabilità. Bisogna essere molto cauti quando si ha a che fare con un ragazzo della sua età. Bernardeschi è un talento che volevamo fortemente, ha qualità tecniche e umane importanti”.