La sua passione per la caccia era grande e grazie a questa aveva raggiunto la popolarità sui social, diffondendola e documentandola. Melania Capitàn, nota blogger e modella catalana, è morta suicida nel suo appartamento forse proprio a causa di questa passione così difficile da trasmettere: le foto con il fucile in mano e quelle accanto agli animali da lei uccisi avevano attirato molte critiche e minacce di morte.

Come riporta leggo.it, la modella avrebbe lasciato una lettera d’addio per la famiglia e gli amici più cari per spiegare i motivi del suo disperato gesto che, secondo la polizia spagnola, forse non sarebbe strettamente legato alle minacce ricevute in passato.

Dopo la scoperta di questa improvvisa morte, il popolo della rete si è scatenato; sui social tanti i messaggi di cordoglio, ma tanti anche gli insulti. “Hai fatto un favore all’umanità, addio!”, e ancora: “Ringrazio Dio che ti sei uccisa, è stata l’unica cosa buona che hai fatto nella vita”.

Messaggi di una cattiveria incredibile, accanto ai quali si leggono messaggi di vicinanza di persone che si astengono dal giudizio, ma che provano un sentimento di pietà per una giovane vita interrotta: “Riposa in pace, non mi piace la caccia e mi fa orrore uccidere animali per hobby, ma è inaccettabile che questa ragazza si sia tolta la vita”.