Il bilancio della scossa di terremoto di magnitudo 6,7, registrata questa notte nel mar Egeo e che ha colpito l’isola di Kos e la città turca di Bodrum, è alto: due i morti accertati fino ad ora e almeno una dozzina di feriti in modo più grave a Kos, l’isola maggiormente colpita, dove è crollato un vecchio palazzo.

L’epicentro del terremoto è stato localizzato a 10 km da Bodrum e a 16 da Kos, ad una profondità di almeno 10 km; diverse scosse erano state avvertite anche nelle scorse settimane. Come riporta ansa.it, momenti di panico si sono registrati dopo la scossa, avvenuta intorno all’1.30 di questa notte.

Secondo le prime testimonianze i turisti hanno preferito dormire in strada con giacigli arrangiati piuttosto che all’interno delle strutture. A Marmaris, città turca sulla costa, gli hotel sono stati inondati e le scosse di terremoto si sono avvertite fino a Rodi e Creta.