‘Pretendiamo che venga interrotto il traghettamento di migranti illegali dalle isole italiane, come Lampedusa, verso la terraferma’. Lo ha detto il ministro degli esteri austriaco Sebastian Kurz dopo un incontro a Vienna con il suo omologo italiano, Angelino Alfano. Kurz – informa l’Apa – ha ribadito che ‘l’Austria chiuderà il Brennero, se l’Italia dovesse applicare il lasciapassare’. ‘Non abbiamo ancora la stessa posizione’, ha detto Kurz dopo l’incontro che ha definito ‘corretto’.

Kurz ha messo in guardia da “un sovraccarico dell’Europa centrale”. Secondo Kurz, “il salvataggio in mare dei migranti non deve essere un ticket per l’Europa centrale”. Kurz ha sottolineato che per il momento la cooperazione con l’Italia sta funzionando, “ma se l’Italia dovesse applicare il lasciapassare verso nord, metteremo in sicurezza i nostri confini”. Il ministro ha lodato il progetto un codice di condotta per Ong.

“Le dichiarazioni di Kurz? Le sue sono idee per la campagna elettorale austriaca… Gliel’ho detto chiaramente”, replica il ministro degli Esteri Angelino Alfano.

“Una dichiarazione del genere me la sarei aspettata da un naziskin, non certo da un rappresentante delle istituzioni di un Paese della Comunità Europea. Evidentemente Kurz non sa neppure quanto è grande Lampedusa, e dimentica che nella nostra isola vivono seimila persone che si sentono europee”, replica il sindaco di Lampedusa, Totò Martello.

“Il ministro degli Esteri austriaco Kurz vuole trasformare Lampedusa in un campo di internamento per migranti. Questa non è l’Europa per cui ci battiamo”: così su Twitter il capogruppo socialista al Parlamento europeo, Gianni Pittella.