Ogni giorno ci sentiamo ripetere dai geni della sinistra quanto siano indispensabili gli immigrati che sbarcano quotidianamente dai barconi, quanto il loro apporto sia fondamentale perché gli italiani fanno sempre meno figli e gli extracomunitari ci serviranno per pagarci le pensioni. Forse questo un giorno molto lontano avverrà anche, ma questo ‘contributo’ non riuscirà mai a coprire tutte le spese per l’accoglienza degli immigrati che l’Italia ha dovuto sostenere in questi anni e dovrà continuare a sostenere fino all’infinito ormai.

I dati ufficiali presentati nella tabella che alleghiamo all’articolo sono incontestabli e ci danno la misura dell’ingentissima spesa che noi italiani dobbiamo sostenere per gestire tutte le fasi dell’accoglienza ai migranti (soccorso in mare, accoglienza, sanità, istruzione). Nei 6 anni che vanno dal 2011 al 2016 l’Italia ha speso bene 3mila e 300miliardi di euro per questa emergenza, mentre il contributo della Ue è stato ‘SOLO’ di 120 milioni di euro, una percentuale insignificante quindi. Assurdo che noi ci dobbiamo sobbarcare sulle spalle i disagi di un intero continente, quello africano, che tra guerre, carestie e crisi economiche è una polveriera continua e costante.

Cosa possiamo fare noi? Far sentire tutti insieme la nostra voce, cercando di unirci attraverso i social e anche con iniziative reali e concrete. Questa è la pagina Facebook creata da noi pochi giorni fa ma già accolta con entusiasmo da migliaia di utenti: https://www.facebook.com/groups/primagliitalianiofficial/. Qui ci saranno articoli, proposte, idee e tanto altro. Basta delegare ai nostri governanti incapaci e pasticcioni!